Soluzioni per la marcatura, il taglio e l’incisione: tutte le caratteristiche di una marcatrice laser

Se sei alla ricerca di uno strumento in grado di effettuare tagli, incisioni o marcature in modo rapido e preciso, una marcatrice laser è la soluzione perfetta per le tue esigenze. Il laser, infatti, può essere utilizzato non solo per saldare ma anche per asportare il metallo, e permette di ottenere risultati impeccabili in una grande varietà di ambiti, dalla gioielleria a tutti i settori della produzione industriale (ricordiamo, a questo proposito, che gli standard di qualità ISO prevedono che ogni componente utilizzato nell’industria debba essere tracciabile, e la marcatura è fondamentale per garantire questa tracciabilità).

Soluzioni per la marcatura il taglio e l’incisione

Come funziona una marcatrice laser

Le operazioni di incisione vengono effettuate, normalmente, andando ad asportare piccole quantità di metallo a graffio oppure utilizzando pantografi a utensile. Queste tecniche permettono di ottenere risultati eccellenti, ma richiedono un significativo impiego di tempo e sono soggette ad alcuni limiti tecnici, dal momento che oggetti particolarmente sottili o delicati potrebbero risultare impossibili da incidere, o subire danni nel corso della lavorazione.

Lo stesso tipo di attività può essere svolto con maggiore efficacia utilizzando una marcatrice laser. Questo strumento, sfruttando la tecnologia del laser, colpisce il metallo riscaldandolo in modo preciso ma senza creare deformazioni. Questo permette di andare ad agire su porzioni piccolissime dell’oggetto, ottenendo incisioni che sono, allo stesso tempo, precise ed estremamente durevoli. Con la stessa tecnica, ripetendo più volte il passaggio del raggio laser su una porzione piccolissima dell’oggetto, è possibile ottenere un taglio. Il laser può essere utilizzato anche su punti dell’oggetto difficilmente raggiungibili o su superfici non lisce, senza bisogno di scaldare l’oggetto nella sua interezza e garantendo quindi di non danneggiarlo in alcun modo nel corso della lavorazione.

Soluzioni per la marcatura il taglio e l’incisione


Come scegliere una marcatrice laser

Per scegliere una marcatrice laser è necessario effettuare una valutazione che tenga conto:

  • del tipo di lavorazioni che dovranno essere portate a termine
  • della quantità di pezzi che dovranno essere trattati
  • dei materiali che dovranno essere incisi

Se il numero di pezzi da realizzare al giorno è ridotto, è possibile orientarsi verso una marcatrice laser compatta e di piccole dimensioni, in grado di limitare al massimo sia l’ingombro che i consumi e di garantire comunque risultati perfetti. Una macchina di questo tipo è ideale per lavorazioni non continuative, quindi per chi cerca una marcatrice da utilizzare occasionalmente per effettuare incisioni di tipo artigianale, non in serie. 

Se, invece, la produzione è di tipo semi-industriale è necessario dotarsi di strumenti più efficienti e versatili, in grado di utilizzare diverse potenze e di effettuare il lavoro in tempi rapidi: è il caso, ad esempio, delle marcatrici laser dotate di trascinalastre o di quelle che utilizzano software evoluti che permettono di ottenere effetti particolari dal punto di vista estetico. In questo caso, la gamma dei lavori che possono essere portati a termine cresce considerevolmente, così come il numero di pezzi che può essere lavorato all’ora. Strumenti di questo tipo, adatti per produzioni industriali, sono generalmente meno intuitivi da utilizzare, dal momento che utilizzano software complessi. Per questa ragione, quando li si sceglie è fondamentale sapere di poter contare su un efficiente servizio di training dell’operatore e di assistenza tecnica


Soluzioni per la marcatura il taglio e l’incisione

Le marcatrici Elettrolaser

Le marcatrici Elettrolaser sono in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza produttiva, e sono adatte sia per un piccolo laboratorio che per un impianto industriale. Ecco quali sono i principali modelli presenti nel nostro catalogo:

FiberLUX NANO
  • FiberLUX NANO: questa marcatrice è ideale per le piccole produzioni, ed è quindi lo strumento perfetto per negozi o laboratori in cui si vogliono effettuare occasionalmente lavori di taglio o di incisione. È pratica da usare sia a livello meccanico (è dotata, ad esempio, di morsetta per tenere fermo il pezzo su cui si sta lavorando) che a livello di software, e una giornata di training è ampiamente sufficiente per permettere a qualsiasi operatore di acquisire tutte le conoscenze necessarie per utilizzarla senza difficoltà. La marcatrice può essere completata con una telecamera con zoom 10x che permette di inquadrare e ingrandire la zona di lavoro, e può essere utilizzata anche a cover aperta nel caso in cui si debba lavorare su pezzi di dimensioni relativamente grandi.




    FiberLUX EL
  • FiberLUX EL: questo modello, dotato di trascinalastreautomatico, può realizzare pezzi in serie, dato che la sua base di lavoro più grande lo rende adatto ancheper produzioni industriali medio-intensive. Può essere settato su tre diversi livelli di potenza, quindi a seconda della lavorazione che si sta effettuando è possibile aumentare o diminuire la potenza di taglio o la velocità di esecuzione. Il software installato è semplice e intuitivo da utilizzare, e la lavorazione è rapida anche grazie alla tecnologia che permette di sollevare la testa in modo motorizzato, diminuendo i tempi necessari per la messa a fuoco. Questo modello può essere fornito anche nella versione senza porta, nel caso in cui i pezzi da lavorare siano ingombranti.



    FiberLUX PRO
  • FiberLUX PRO: questa marcatrice è il modello top del mercato, e sintetizza al meglio efficienza e praticità di utilizzo. Può essere utilizzata con un ampio spettro di potenze (fino a 200 Watt), è di default dotata di telecamera integrata e di software per l’inserimento del marchio di fabbrica e può essere completata con diversi add-on, come ad esempio il software per bassorilievi. La macchina è studiata per operare in modo rapido ed è facile da utilizzare e customizzare: un touch screen permette di comunicare direttamente con lo strumento e permette di utilizzarlo senza passare attraverso il tramite del PC; inoltre è possibile salvare determinate lavorazioni direttamente sulla marcatrice o su supporti di memoria esterni che possono essere collegati ad essa. Il software di cui è dotata è più dinamico, quindi più indicato per la produzione, e può essere integrato con l’optional della rilevazione scanner, che permette alla macchina di riconoscere automaticamente le tipologie di pezzi presenti nell’area di lavoro. Utilizzando un Dongle, poi, è possibile anche lavorare in remoto sul software mentre la macchina è in funzione, condividendo i file in rete.
    Questo modello di marcatrice è disponibile anche nella variante FiberLUX 3D, dotata di tutte le potenzialità del modello PRO ma in grado di lavorare anche su superfici curve o bombate.


Scopri di più sulle caratteristiche delle nostre marcatrici, confronta le loro performance e contattataci per chiederci consulenza: saremo felici di rispondere a tutte le tue domande!

Contattaci

Torna al Blog

Articoli correlati

Laser per marcatura e saldatura: tutto quello che c’è da sapere sulla loro manutenzione

I laser utilizzati per marcatura e saldatura sono strumenti estremamente resistenti, che...

Marcatura per tutte le esigenze: ecco come utilizzare una marcatrice laser in un laboratorio di oreficeria

Utilizzare il laser per portare a termine lavori di marcatura consente di ottenere risultati sempre...

La marcatura per il settore industriale: ecco quello che Elettrolaser può fare per la tua azienda

Una marcatrice laser è uno strumento utilissimo per rispondere alle necessità di codifica e...