Marcatura per tutte le esigenze: ecco come utilizzare una marcatrice laser in un laboratorio di oreficeria

Utilizzare il laser per portare a termine lavori di marcatura consente di ottenere risultati sempre accurati e precisi, in tempi di lavorazione decisamente ridotti. Queste caratteristiche fanno sì che il laser possa essere utilizzato con successo in ambito industriale, ad esempio per la marcatura dei componenti (incisione di codici a barre, di qrcode, di numeri progressivi…), nel rispetto di quanto previsto dalle normative relative agli standard di qualità ISO. In questi casi, è fondamentale garantire ai clienti la possibilità di gestire grandi flussi di lavoro portando a termine la marcatura in tempi brevi, senza mai rinunciare alla qualità

È però un errore credere che una marcatrice laser possa essere usata con successo solo in un contesto di questo tipo: anche in un laboratorio orafo, dove le esigenze sono decisamente differenti, una marcatrice laser può essere lo strumento ideale per portare a termine una vasta gamma di lavorazioni: ecco quali.

 

Le applicazioni di una marcatrice laser nei laboratori di oreficeria

Uno dei lavori di marcatura più frequentemente richiesti, nell’ambito dell’oreficeria, è senz’altro l’incisione di fedi e anelli. Questo tipo di lavorazione può essere effettuato facilmente e rapidamente con una marcatrice laser, strumento che permette di soddisfare velocemente e con molta accuratezza qualsiasi richiesta del cliente, che ha quindi una grande autonomia nella scelta del carattere, della dimensione dell’incisione e così via. In più, se opportunamente completata con l’accessorio apposito, anche una piccola marcatrice laser da laboratorio come Fiberlux NANO è in grado di incidere sia la superficie interna che quella esterna degli anelli, garantendo un risultato sempre estremamente preciso, dato che è in grado di raggiungere una risoluzione di 20 μm.

L’incisione di anelli è senz’altro una delle applicazioni più comuni della marcatura laser nel contesto di un laboratorio orafo, ma le potenzialità di questa tecnologia non si fermano certo a questo: con una marcatrice laser è infatti possibile incidere qualsiasi tipo di monile (catenine, ciondoli, orecchini, bracciali…) anche andando a colpire superfici altrimenti difficili da raggiungere. Anche in questo caso, la marcatrice laser permette di rispondere a qualsiasi esigenza del cliente, sia dal punto di vista della dimensione dell’incisione sia da quello dell’effetto estetico finale. La marcatrice laser si rivela particolarmente versatile anche dal punto di vista dei materiali che possono essere trattati: dall’argento, all’oro, al platino, all’acciaio, tutti i materiali più comunemente utilizzati in oreficeria possono essere incisi senza difficoltà. In più, lo stesso strumento può essere utilizzato per incidere supporti particolari come stanghette di occhiali, quadranti di orologi e così via, garantendo sempre prestazioni impeccabili.

Ampliando ancora lo sguardo, una marcatrice laser può essere utilizzata anche per effettuare tagli (è sufficiente aumentare il numero di passaggi del raggio laser su una stessa porzione di superfice da trattare), quindi può essere utilizzata per creare facilmente monili e ciondoli personalizzati. È sufficiente impostare il percorso del raggio laser e inserire nella camera di lavorazione il metallo da lavorare per poter realizzare monili di ogni genere, andando a ritagliare forme, simboli, sagome, lettere dell’alfabeto e così via. Anche in questo caso, è particolarmente ampia la possibilità di personalizzazione, dal momento che qualsiasi forma richiesta dal cliente può essere riprodotta in maniera molto precisa.

Infine, l’utilizzo di una marcatrice laser consente di ampliare l’offerta di un laboratorio di oreficeria proponendo lavorazioni speciali, come la fotoincisione, ovvero la riproduzione su metallo di fotografie, ritratti e così via, a partire da file di immagine forniti direttamente dal cliente.


Una marcatrice laser è quindi in grado di rispondere a tutte le necessità che si manifestano nel contesto di un laboratorio di oreficeria: a seconda dello spazio a disposizione e del volume di lavoro è possibile orientarsi su un modello estremamente piccolo e compatto, come FiberLUX NANO di Elettrolaser, o su soluzioni più grandi e potenti, come FiberLUX EL e FiberLUX 3D, avendo sempre la certezza di poter contare su un prodotto performante e capace di soddisfare ogni tipo di esigenza. In questo modo, non solo è possibile ampliare e migliorare l’offerta ai clienti, ma anche limitare le spese, avendo l’opportunità di effettuare internamente lavorazioni che, altrimenti, dovrebbero essere esternalizzate.

 

Per sapere di più sugli strumenti per la marcatura Elettrolaser e sui prodotti sviluppati su misura per i laboratori orafi, visita il nostro sito e contattaci!

Contattaci

Torna al Blog

Articoli correlati

Marcatrici laser: perché preferirle a strumenti di marcatura alternativi

Scegliere di utilizzare il laser per la marcatura dei propri prodotti garantisce innumerevoli...

Marcatrici e saldatrici per laboratori artigianali: Valentini Gioielli

Fornire laser capaci di garantire ottime performance in qualsiasi contesto di utilizzo è uno degli...

Perché abbiamo scelto l’azzurro per il restyling delle nostre saldatrici e marcatrici? Ecco la risposta!

Il settore Ricerca e Sviluppo di Elettrolaser è sempre al lavoro per migliorare le performance...